Vai ai contenuti

Menu principale:

ATTIVITA'

SERVIZI SUL TERRITORIO:

Servizio di "Unità di strada",
sia per la prevenzione primaria (rivolto a chi non è tossicodipendente), che si prefigge la diffusione delle informazioni su droghe e Aids e la distribuzione di materiale preventivo ( es preservativi ); sia per la prevenzione secondaria (rivolto a tossicodipendenti), ove accanto ad un supporto psicologico di primo livello, viene fornito materiale disinfettante, siringhe, profilattici e quant'altro possa essere utile al contenimento del danno. Le nostre equipes di strada sono formate da psicologi,medici e operatori di base con esperienza nel contatto con tossicodipendenti. Il nostro obbiettivo in questa attività è stato sempre quello di creare un contatto solido con gli utenti per poter aprire la strada a successivi interventi più propriamente terapeutici.

Servizio di prevenzione e informazione nelle scuole
con insegnanti, genitori, studenti.
Si organizzano, in accordo con gli Istituti scolastici, gruppi di discussione e informazione sul disagio giovanile, le fasi del ciclo vitale degli individui e delle famiglie, sui rischi connessi all'uso di vecchie e nuove droghe.
Distribuzione e discussione su materiale autoprodotto.

SERVIZI PRESSO I NOSTRI CENTRI:

" Servizio di Ascolto
" Servizio di consulenza per operatori di altri Servizi
" Servizio di Consulenza Psicologica

COME ACCEDERE AI SERVIZI DI ASCOLTO E CONSULENZA

E' possibile un accesso libero da parte dei singoli cittadini, insegnanti, operatori dei servizi pubblici e privati che, per necessità personali in relazione alla loro professione, vengono a contatto con il problema droga o con il disagio psichico. Si può telefonare durante l'orario di apertura dei centri e chiedere di un operatore per informazioni o prendere un appuntamento, si può venire direttamente al centro. La richiesta di un appuntamento è preferibile in quanto permette una migliore selezione dell'operatore che secondo il tipo e la eventuale gravità delle problematiche presentate farà il primo colloquio .



COME E' REGOLATA L'ATTIVITA' DEI CENTRI

Al primo incontro di counselling, comunque gratuito, farà seguito la proposta di un intervento che può prevedere:

1. Invio ad altre strutture ritenute più idonee ad affrontare la problematica presentata

2. Ulteriori incontri di counselling

3. Sostegno e Consulenza Psicologico


Tali servizi, essendovene le condizioni e la disponibilità di posti, possono essere offerti all'interno delle specifiche convenzioni in atto tra la coop. IBIS e altre istituzioni pubbliche o private, altrimenti saranno economicamente a carico del richiedente.
L'elenco delle convenzioni in atto è affisso nella sala d'attesa del centro.
Per ogni contatto, anche telefonico, viene compilata una prima "scheda di contatto" che successivamente, se tale contatto avrà un seguito, sarà inserita nella cartella clinica dell'utente.
L'utente, sin dal primo contatto, può mantenere l'anonimato, se non previsto diversamente dal progetto che assicura il convenzionamento.
Ai progetti in convenzione si accede , una volta verificatane la necessità da parte degli operatori dell'Ibis, attraverso la compilazione di una richiesta di inserimento, specifica per ogni progetto, nella quale sono indicate le caratteristiche del servizio e le condizioni dell'utenza necessarie per usufruirne. Tale scheda sarà firmata dall'utente/i per accettazione e dall'operatore della cooperativa .
Definito il progetto di intervento si stabilisce il calendario degli incontri che tanto l'operatore quanto l'utente si impegnano a rispettare.
In caso di carenza di disponibilità si entra in una lista di attesa .
Responsabile del rispetto della lista di attesa: il Comitato di Coordinamento.

Via Pisino,55
00155
Roma
+39 06 2180977
+39 06 2180977 (fax)
Torna ai contenuti | Torna al menu